Chi siamo

L'Associazione di Volontariato Tumaini

L'Associazione di Volontariato Tumaini  è nata a Gardolo nel gennaio 2006, come segno visibile del lavoro spontaneo di raccolta fondi e coordinamento promosso in questi anni dai gruppi e singoli che hanno conosciuto il missionario laico Giuseppe Zencher.

Associazione di Volontariato Tumaini

Come si legge nello Statuto, lo scopo primario dell'associazione è: "Predisporre progetti di solidarietà in favore della popolazione di Nanyuki (Kenya) nonché sostenere i progetti promossi e segnalati dalla missione di Nanyuki, ad oggi rappresentata dal missionario Giuseppe Zencher".

Il nome Tumaini, che in lingua Swahili significa: "fiducia", "speranza", è stato scelto assieme allo stesso Giuseppe, e si rifà al Tumaini Home Base Programme, un programma territoriale di aiuto ai malati di AIDS realizzato da un gruppo di persone di Marura, un quartiere di Nanyuki.


Giuseppe Zencher

Giuseppe Zencher, originario di Terragnolo (Trento), vive e opera da quasi 50 anni in Africa animato da una grande fede e fiducia nel prossimo e nella Provvidenza. È sposato e con figli, ed è attualmente direttore della scuola professionale Rural Training Center di Nanyuki in Kenya.

Giuseppe Zencher

Dopo aver operato per molti anni in altre missioni dell'Africa e del Kenya, da più di vent'anni (dal 1987) è a Nanyuki dove ha preso in carico la missione della diocesi di Nyeri, avviando il Rural Training Center e collaborando in questi anni alla realizzazione di molti programmi a favore della popolazione di Nanyuki, sia nel campo sanitario, che nel campo dell'istruzione e della tutela dei bambini orfani e di strada. Tra i programmi realizzati a cui Giuseppe ha collaborato: il Programma riabilitazione bambini di strada, l'ospedale Huruma Health Centre per malati terminali, la struttura Tumaini Children's Home per bambini orfani malati di HIV/AIDS, ed il Tumaini Home Base Programme per il sostegno a domicilio dei malati di HIV/AIDS dei quartieri più poveri di Nanyuki.


Nanyuki

Nanyuki è una cittadina di circa 110 mila abitanti nel centro del Kenya, esattamente sulla linea dell'Equatore, disposta a Nord-Ovest del Monte Kenya (ad un'altitudine di circa 2000m s.l.m) a circa 200 Km da Nairobi, lungo la strada A2 ed al terminale della ferrovia commerciale che giunge dalla capitale. Nanyuki è capoluogo e sede del Distretto di Laikipia Est.

Nanyuki

A Nanyuki convivono molte tribù differenti anche se la maggioranza della popolazione è di etnia Kikuyu. Tuttavia, non mancano Maasai, Samburu, Kawba, Turkana, Kalanjino, Somali, Borana, Luo, Luiya, e Meru. È molto forte inoltre la presenza indiana che svolge soprattutto attività commerciali.

La lingua ufficiale più usata è il Kiswahili e l'Inglese è ben conosciuto, seppure ogni kenyota ha come lingua madre quella della propria etnia. Il Kikuyu è quindi in realtà la lingua più parlata a Nanyuki.

La parrocchia comprende, oltre al centro di Nanyuki, circa 30 villaggi entro un raggio di 40 Km. I cristiani sono oltre il 50% (circa 70.000) di cui almeno 40.000 cattolici. Ma sono presenti anche Musulmani, Indù, Protestanti, Animisti. Non esiste l'ateismo.

Seppure la città sia caratterizzata da alcuni quartieri centrali, per lo più occupati da attività commerciali, la gran parte della popolazione vive nelle «bidonville» di Majengo e Likii che ospitano più di 60.000 persone e nelle quali opera Giuseppe.